Gli occhiali per disabili creati per aiutare gli sportivi

Gli occhiali per disabili della Pellor

Trovare un paio di occhiali per disabili, ovvero una montatura che fosse pratica e comoda per chi ha problemi motori, è un’idea che mi assillava da molto tempo. Io ho scoperto di avere problemi di vista iniziando le scuole elementari, quindi per 40 anni ho combattuto anche con questo problema, perché per uno spastico gestire gli occhiali non è semplice. Da quando ho indossato la prima montatura ne ho rotte tante, ma per me era un problema anche semplicemente tenerle ben fissati sul viso, soprattutto essendo costretto a digitare col naso.

E poi dovevo togliere gli occhiali quando ero a letto a guardare la tv o a leggere un eBook sull’iPad, essendo abituato a fare queste cose stando girato su un fianco. Di conseguenza nel seguire qualcosa in televisione perdevo molti dettagli, per non parlare dell’impossibilità di visualizzare le scritte in sovraimpressione, mentre per leggere gli eBook dovevo ingrandire molto il carattere e tenere il dispositivo a distanza ravvicinata. Insomma, per me gli occhiali erano un problema che si sommava a tutti quelli legati alla mia #disabilità.

Come ho scoperto gli occhiali per disabili

Per tutte queste ragioni negli ultimi tempi continuavo a chiedermi se esistessero in circolazione degli occhiali per disabili, ovvero una montatura che non avesse le maledette stanghette (e quante ne ho spezzate!). Tempo fa ho anche provato quei tubicini elastici in cui s’infilano le suste per evitare che le lenti caschino dal viso quando abbassi la testa, ma per estetica e comodità non erano la soluzione che auspicavo.

Così un anno fa circa mi sono messo a cercare su #Amazon se ci fosse qualcosa che soddisfacesse le mie esigenze. E mi sono imbattuto in una montatura che al posto delle stanghette aveva un elastico. Erano degli occhiali creati per essere indossati dagli sportivi, infatti ne aveva un paio simile il calciatore Davids quando ebbe il problema all’occhio e doveva proteggerlo mentre era in campo, ma non ho mai pensato che potessero essere dei “normali” occhiali da vista.

E, invece, leggendo le recensioni, ho scoperto che molti li avevano comprati e poi avevano sostituito le lenti con quelle graduate. Perciò sono andato dal mio ottico e lui mi ha confermato che c’era questa possibilità, assicurandomi che addirittura lui aveva una montatura simile a quella che avevo trovato su Amazon e allo stesso prezzo (60 euro). Così alla fine ho comprato tutto da lui, ma adesso me ne sto pentendo.

Gli occhiali della Pellor sono migliori e costano molto meno

Infatti, a un anno di distanza, cercando di nuovo su Amazon, ho trovato questo modello della Pellor, che costa un terzo di quello che spesi lo scorso marzo i miei occhiali . Inoltre, guardando le foto, leggendo le caratteristiche e le recensioni, sembra molto più carino e performante.

Innanzitutto, si può scegliere tra tre diversi colori: nero, argento e blu. Mentre il modello per i bambini è arancione. E poi questi occhiali hanno un supporto in silicone nella zona fronte-naso, che, se fosse stato montato pure sui miei, magari avrebbe evitato il formarsi del segno rosso che ho in mezzo agli occhi prodotto dalla pressione della montatura sulla faccia quando sbaglio a regolare il cinturino elastico, tenendolo troppo stretto. Infine, questa montatura della Pellor ha delle prese d’aria laterali per evitare che le lenti si appannino.

Insomma, non capisco perché un anno fa non li trovai, considerando che sono su Amazon dal 2013, ma sicuramente questi saranno i miei prossimi occhiali. E ve ne consiglio l’acquisto, anche se non siete #disabili ma avete bisogno d’indossare una montatura stabile e sicura mentre fate sport o qualche altra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *