Altro video hot da Napoli, ma stavolta sono ragazzini

Un nuovo video porno da Napoli

Un altro video hot da Napoli è finito on line. Stavolta, però, i protagonisti delle immagini scabrose sono dei ragazzini: quattro adolescenti, una femminuccia e tre maschietti, ripresi mentre fanno sesso in un luogo aperto. A lanciare l’allarme è stato il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli (come riporta Il Mattino.it), che subito ha girato il file alla Polizia Postale per avviare le indagini. La speranza del consigliere non è solo quella di riuscire a eliminare il video dalla Rete, ma anche di identificare i quattro minori e sottrarli alle famiglie, revocandogli la patria potestà.

Immagini raccapriccianti nel video hot da Napoli

Francesco Borrelli ha raccontato ciò che si vede nel video durante la trasmissione radiofonica “La Radiazza”, in onda su Radio Marte e condotta da Gianni Simioli. Il combattivo consigliere dei Verdi ha parlato di immagini raccapriccianti, dove la protagonista femminile avrebbe intorno agli 11 anni, non avendo nemmeno ancora sviluppato il seno. Praticamente una bambina circondata da tre ragazzini poco più grandi, che non sembra per nulla impacciata nel mostrarsi nuda davanti all’obiettivo, mentre prende parte a un’orgia, nonostante la giovanissima età.

La scena è ripresa all’aperto, quindi, probabilmente, il filmato risale a parecchi mesi fa. Solo nelle ultime settimane, però, la clip avrebbe iniziato a girare tra le app di messaggistica, scambiata tra i vari utenti come se si trattasse di uno dei tanti filmati divertenti che circolano tra i vari gruppi. E invece la raccomandazione in questi casi è sempre quella: non inoltrare ulteriormente il video, ma cancellarlo dal dispositivo su cui lo si è ricevuto e spezzare questa morbosa catena.

Il caso di Tiziana Cantone non ha insegnato nulla

Ogni volta che ci s’imbatte nel caso di un video hot diffuso in Rete, all’insaputa della protagonista femminile, il pensiero ritorna inevitabilmente alla vicenda di Tiziana Cantone. La 31enne di Mugnano divenne celebre, suo malgrado, per essere stata ripresa dal fidanzato durante un loro momento intimo. Immagini che poi fecero il giro del web e dei social network, esponendo la ragazza a un pubblico dileggio che la indusse a togliersi la vita. Un caso limite, che ha dato la misura di quanto sia pericoloso farsi riprendere in momenti privati, condividendoli poi con qualcuno di cui ci si fida troppo.

Ma da quella storia sembra che nessuno abbia imparato la lezione e gli episodi di immagini a luci rosse diffuse improvvidamente on line si ripetono puntualmente. In questo nuovo video hot da Napoli, poi, c’è l’aggravante che i protagonisti sono praticamente dei bambini, con tutte le conseguenze che comporta questa circostanza. Una vicenda che dovrebbe indurre a riflettere su quanto possano essere nocivi certi strumenti tecnologici lasciati in mano a bambini e adolescenti. Un pericolo che cresce in maniera esponenziale se si aggiunge un accesso incontrollato a internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *